L’abbagliamento in illuminotecnica è sicuramente un elemento da tenere sotto controllo per poter realizzare un progetto di illuminazione confortevole ed efficiente. L’abbagliamento è quella condizione nella quale, a causa di luminanze molto elevate o differenze troppo accentuale la nostra percezione visiva risulta difficile.

Questo tipo di fenomeno visivo provoca un senso di fastidio e “discomfort” visivo che molti hanno provato. Se infatti una sorgente luminosa molto elevata entra in contatto con il nostro campo visivo improvvisamente, la nostra retina abbassa notevolmente la sua sensibilità in tutto lo spazio attorno allì’immagine che stavamo guardando. In queste condizioni ovviamente non ci è più possibile vedere nulla attorno alla zona dove si trova la sorgente luminosa.

Da che cosa può essere determinato l’abbagliamento in illuminotecnica?

L’abbagliamento può essere determinato, da una sorgente luminosa non schermata a dovere o da una superficie con materiali troppo riflettenti o da una finetra, vetro che sia. Vi sarà capitato inoltre di notare che la nostra retina ha bisogno di un pò di tempo per riadattarsi alla situazione di visione dopo che è stata abbagliata da una qualsiasi sorgente luminosa.

Ovviamente l’abbagliamento è un fenomeno da tenere sempre sotto controllo se si vuole dare vita ad un impianto di illuminazione sempre confortevole e con scarse possibilità di infastidirci visivamente. Per questo vi suggieriamo di adottare sempre misure adeguate per evitare l’abbagliamento. Qui di seguito ne riassumiamo alcune:

  • scelta accurata degli apparecchi
  • scelta delle giuste schermature
  • considerazioni delle superifici riflettenti
  • posizione degli utenti all’interno dei locali
  • potenza e ampiezza del flusso luminoso degli apparecchi

Non prendete mai l’abbagliamento per scontato, ricordatevi sempre che il confort visivo è da considerarsi uno degli obiettivi principe di qualsiasi progetto illuminotecnico.