Consigli pratici per installare da soli una striscia led senza essere esperti

In questo articolo voglio fornire agli amanti del fai da te, le istruzioni basi per installare correttamente una strip led. Oramai lo sanno tutti di cosa stiamo parlando, le strip led o anche chiamate strisce led, permettono di illuminare in modo estremamente decorativo e funzionale diversi ambienti della casa o della propria attività commerciale e dalla loro vantano tutte le caratteristiche di basso consumo della tecnologia a Led.

Solitamente si presentano sotto forma di matassa di cinque metri solitamente e sulla sua superficie sono saldati i chips LED per l’illuminazione. Si possono tagliare ma questo tipo di manovra deve essere fatto necessariamente seguendo gli appositi segnali che solitamente i produttori ben evidenziano sulla striscia stessa. Nelle svariate volte che mi è capitato di fare installare una strip led abbiamo notato che ogni cinque millimetri circa si può trovare un punto di taglio. Questo vuol dire che ad esempio in un metro di striscia led sono presenti circa 60 chips LED e che invece su una roll (cosi viene chiamata la matassa da 5 metri) ce ne saranno 300 circa.

Le possibilità di installazione delle strisce a led sono veramente molteplici ma pur essendo flessibili occorre fare attenzione al fatto non si possono effettuare curve di raggio inferiori ad un centimetro, per evitare di danneggiare i componenti della strip stessa. Per quello che invece fa riferimento al consumo energetico delle strisce led basti pensare che su una strisca di un metro circa la potenza assorbita è di 3,6W per cui circa 0,18W ogni cinque centimetri.

La durata della tecnologia a Led la conoscete in molti (si stimano anche 50.000 ore) ma a questo riguardo le condizioni di installazione sono determinanti nella buona durata dei chips LED.

I passi da seguire per l’installazione di una stricia a led

Tutto è abbastanza semplice anche perchè spesso sul retro di ogni strip led è presente una striscia adesiva che vi permetterà di posizionarla in modo facile e pratico. Ovviamente è indispensabile che quando la fate aderire alla superficie dove intendete posizionare la vostra strip facciate attenzione a pulire bene tutto da eventuali residui di sporco o polvere.

Per il collegamento elettrico dovete munirvi di un trasformatore (o alimentatore) da 220 a 12 volt. Fate sempre attenzione però a rispettare la polarità della striscia LED (positivo e negativo) perchè una disattenzione di questo genere potrebbe rovinare tutto il funzionamento della striscia.

Se invece avete necessità di unire un pezzo di striscia ad un altro vi sarà di aiuto il buon vecchio saldatore a stagno. Unirete i fili sul terminale scoperti e fare in modo che le saldature siano protette e non a contatto fra di loro. Un accorgimento che suggerisco sempre ai miei lettori è quello di fare in modo che il trasformatore non venga utilizzato per strisce LED non più lunghe di 5 metri perchè per distanze più lunghe si rischia che gli ultimi chips LED siano sempre meno luminosi a causa di un’inevitabile caduta di tensione.