Quanti sono gli attacchi delle lampadine in commercio e come distinguirli l'uno dall'altro.

In questo articolo vogliamo svelarvi tutti i segreti sugli attacchi delle varie sorgenti luminose presenti sul mercato. Ne esistono numerosi diversi sia per dimensioni che per attacco o tipologia di connessione sul portalampada previsto. Il mercato sembra ovviamente proiettarsi verso la ricerca di sorgenti luminose sempre più piccole e compatte con il preciso obiettivo di aumetare il rapporto tra il flusso luminoso emesso da quella lampadina e quello dell’apparecchio stesso.

Più infatti l’apparecchio o la lampada sarà ridotta di dimensioni e più la quota di radiazione riflessa dalle varie ottiche non verrà assorbita dalla lampada stessa e dalla sua struttura. Per questo occorre conoscere bene tutti gli attacchi presenti sul mercaato dell’illuminazione legati alle varie lampadine cosi da conoscerne bene sigle e significati ad esse correlate.

Tutti i segreti sugli attacchi delle sorgenti luminose

L’attacco o cablaggio è la parte terminale di una lampadina in cui si trovano i contatti elettrici o le connessioni necessari perchè si accenda e faccia luce. Definire correttamente l’attacco di una sorgente luminosa è essenziale per scegliere accuratamente la lampadina che fa per te ed il tuo progetto illuminotecnico. La classificazione di tutti i cablaggi delle varie lampadine è parte di una convenzione internazionale che definisce un codice composto da due gruppi di lettere e numeri separati da un trattino.

Vediamo insieme un elenco dei principali attacchi delle più note sorgenti luminose:

  • E27
  • BA 15d
  • Fc 2
  • G24d-1
  • G242d-3
  • 2G11
  • GY6,35

La prima lettera del codice del cablaggio identifica il tipo di attacco della lampadina stessa, seguito da un numero che indica una lunghezza trasversale, poi da una seconda lettera dedicata al tipo di contatto elettrico per finire a volte da un secondo gruppo di separato da un trattino che vi dirà le altre dimensioni dell’attacco. Facciamo un esempio per capire:

G, è l’identificativo dell’attacco della lampadina, 24 la lunghezza trasversale, d-3 identifica le altre dimensioni dell’attacco stesso, da questo avrete G24 d-3.

I cablaggi più noti sono l’attacco a vite o Edison delle storiche lampadine ad incandescenza rappresentato dalla lettera E, poi l’attacco a spina con due o più spine caratteristica della dicroiche o bispine a bassa tensione e delle lampadine fluorescenti elettroniche, R delle lampadine con attacco a contatti incassati (recessed) delle lampadine alogene o a iuduri metallici per esempio.

Tabella identificativa di tutti i codici degli attacchi delle sorgenti luminose

I° Lettera
Tipo di attacco
BAttacco a baionetta
BAAttacco a baionetta per lampade auto
BMAttacco a baionetta per lampade da miniera
EAttacco a vite (Edison)
FAttacco a spina conduttrice
FaAttacco con spina cilindrica
FbAttacco con spina scanalata
FcAttacco con spina di forma particolare
GAttacco a spina con due o più spine
KAttacco a cavi
PAttacco profocus
R;Attacco a contatti incassati (recessed)
SAttacco a manicotto
SMAttacco a lampade da miniera
SV&Attacco con estremità conica
TAttacco per lampade telefoniche
WAttacco a cuneo (wedge)
EFAttacco Edison con spinotto centrale conduttore
SFAttacco clindrico con spinotto centrale conduttore
PSFAttacco prefocus con spinotto centrale conduttore
PKAttacco prefocus con cavo
 _________________ ___________________________________________________________________
II° Lettera
Lunghezze trasversali (mm)
B-BA-BM-EDiametro esterno
FDiametro della spina
GDistanza tra gli assi delle due spine o diametro esterno del cerchio su cui si trovano gli assi delle spine, se in numero maggiore di due
KDiametro del manicotto
PDiametro del corpo che mantiene in posizione la lampada
RDiametro di massima del corpo isolante che circonda il contatto elettrico
S-SM-SVDiametro del manicotto
FcCon spina di forma particolare
TDistanza misurata all’esterno delle piastre
WSomma dello spessore del cuneo e del diametro di un conduttore seguita dal segno di moltiplicazione e dalla larghezza del cuneo.
 _________________ ___________________________________________________________________
III° LetteraTipo di contatto
sContatto singolo
dContatto doppio
tContatto triplo
qContatto quadruplo
pContatto quintuplo