Molti pensano che i lighting designer siano solo tecnici della luce sbagliando. Altri non ritengono che siano indispensabili. Scopri perchè si sbagliano.

I Lighting designer non sono solamente i tecnici della luce che si occupano dell’installazione dei corpi illuminanti. Comincia oramai a delinearsi una nuova figura professionale nel panorama dell’illuminazione, quella del lighting designer. Non si tratta di semplici tecnici della luce, ma professionisti che amano il mondo della luce e da esso vogliono ottenere tutte le proprietà ed i fantastici scenari emotivi alla luce legati.

Molti spesso confondono la figura del lighting designer affiancandola a quella degli elettricisti o degli installatori. Con tutto il rispetto per il mestiere di elettricista molte sono le diversità e le competenze professionali legate al lighting designer. Cablare un impianto o collegare elettricamente un prodotto di illuminazione è sicuramente diverso dal realizzare un progetto complesso per l’installazione delle luci, nel quale occorre aggiungere la competenza artistica legata al lighting designer.

Nata come professione per lo spettacolo, oggi il lighting designer moderno si affaccia anche al mondo dell’architettura nel quale la committenza si deve rendere conto che un professionista per la realizzazione di un progetto di luce è necessario a monte del progetto stesso o non a lavori finiti. Cosa occorre per fare questo? Occorre una sensibilizzazione maggiore nei confronti di questo settore cosi importante per l’architettura moderna, e una evoluzione formativa diversa per tutti i professionisti che lavorano nel campo dell’architettura.

Per illuminare è necessario progettare la luce?

Non basta approssimarsi alla luce per illuminare uno spazio, ne basta creare standard realizzativi e riprodurli in serie privando l’illuminazione di tutte quelle sensazioni legate alle emozioni che possono scaturire da un progetto di luce. Molte sono le considerazioni oggettive che occorre fare durante un progetto di illuminazione che vanno dalle proprietà architettoniche della struttura alle caratteristiche dei materiali e degli arredi presenti all’interno del progetto.

Temperatura di colore della lampade, efficienza luminosa, resa cromatica, tipologie di apparecchi, potenza delle lampadine ed ottiche di ciascun apparecchio, quanti sono i concetti teorici fondamentali per lo sviluppo di un progetto di illuminazione. Concetti teorici che acquistano un’importanza fondamentale sul piano pratico perchè permettono l’ottimizzazione dell’impianto e la dinamicità dello stesso.

La luce separa ed evidenzia, distrae, attrae e comunica, caratteristiche che dovrebbero farci guardare alla luce in modo nuovo accendendo nuove possibilità a tutti e per tutti. Il lighting designer risulta quindi l’anello di congiunzione fra il concept progettuale e la messa in opera degli strumenti necessari per il raggiungimento dello scopo primario, ‘illuminare bene’!