Come si sceglie una striscia led senza sbagliare.

Le strisce led sono il prodotto del momento per molti versi, sono soluzioni pratiche e spesso facili da installare, in continua evoluzione e adattabili a molte soluzioni.

Immagina di dover creare un’illuminazione lineare ed omogenea avendo a disposizione un solo punto luce. Una strip led, altro nome dato alle strisce led, è in grado di illuminare tenendo sotto controllo consumi e sprechi.

Come prima cosa però dobbiamo chiarire alcune caratteristiche delle strisce led e dove è possibile installarle.

Quali sono le principali caratteristiche da tenere sotto controllo? Il grado di protezione IP, la temperatura di colore, la potenza nominale del led, il numero dei led e la durata in termini di ore.

Queste caratteristiche non sono variabili trascurabili ma indispensabili ogni volta che devi acquistarne una e se non lo farai ti troverai nella spiacevole condizione di dovere pagarne le conseguenze una volta acquistate.

Cos’è il grado di protezione IP di una striscia led?

Il IP di una strip led è la caratteristica che la rende posizionabile all’esterno oppure no, in alcuni casi anche solo le sue potenzialità in terminid i resistenza all’acqua, alla polvere o al contetto con oggetti.

Questo è il motivo principale per cui IP è l’acronimo di International Protection ed indica proprio con i due numeri che seguono la scritta il grado di protezione della nostra striscia led.

Un grado di protezione IP20, per esempio, è sufficiente per l’installazione in un ambiente interno di qualsiasi striscia. Devo dire però, che personalmente ci tengo a sottolineare che si tratta di un’indicazione valida solo in ambienti privati o residenziali, mentre in altri ambienti io consiglio sempre un IP40 almeno.

Se invece si desidera installare la strip led in esterni, in giardino per esempio, dovrai scegliere un grado di protezione IP65 o anche IP66. Questo tipo di IP ti garantisce una protezione perfino ad acqua o agenti deterioranti per la striscia.

Immagina invece di avere bisogno di rendere completamente impermeabile la striscia led, allora ti sarà necessario un IP68. Questo tipo di protezione è l’ideale per piscine, vasche o acquari.

Come scegliere la giusta temperatura di colore?

Ora sai cosa scegliere a secondo dell’ambiente in cui devi installare una striscia led e devi passare al colore della luce emessa dai tuoi led. Per questo la temperatura di colore è il dato successivo che ti interessa.

Tutte le strisce led possono essere monocromatiche (bianche, rosse, blu o verdi), RGB (multicolor). Nel primo caso avrai la possibilità di scegliere luci in tre gradazioni di bianco e nel secondo milioni di combinazioni di colore.

Le strip bianche si dividono in bianco caldo, bianco naturale o bianco freddo. Come distinguerle? La temperatura di colore si esprime in gradi Kelvin e più questa temperatura si avvicina ai 2700K più avrai una luce calda, più si avvicinerà ai 6000K più avrai luce fredda.

Forse saprai anche tu che il colore della luce influisce direttamente sul lavoro che svolgiamo e altera le nostre percezioni e il nostro benessere fisico. Se desideri illuminare ambienti in cui è importante la concentrazione ed il lavoro, utilizza sempre led a luce naturale (fra i 4000K-5000K). Se invece vuoi illuminare ambienti in cui è importante un’atmosfera soft e rilassante, utilizza luce calda (fra i 2700K-3000K.

Potendo anche divertirsi a colorare la luce, le strisce led RGB ti permettono di giocare e scoprire centinaia di atmosfere luminose che spaziano dai principali colori dell’iride. Solitamente queste strisce sono dotate di telecomando e ti permettono di selezionare il colore preferito con un semplice click.

Come faccio a distinguere i chip led migliori su una strip?

Sulle strisce led in commercio oggi hai quasi sempre a disposizione tre chip caratteristici. Oggi trovi sul mercato strip con SMD 3528, SMD 5050 e SMD 5630. Ecco come fare per distinguerli.

Partiamo dalle più economiche e diciamo che le strisce led dotate del chip unico SMD 3528 sono quelle più aggressive, dal punto di vista del prezzo.

Se desideri decorare con la luce, queste strisce led sono quello che devi acquistare. Non sono molto luminose e puoi impiegarle per creare accenti luminosi, illuminare sotto un mobile, dietro alla tua tv oppure una semplice insegna.

Se dovessimo definirle, potremmo parlare di strisce led decorative!

Tutte le strisce led SMD 5050 invece non hanno più un mono chip ma ben 3 chip luminescenti. Cosa vuol dire questo? Che si tratta di strip più luminose delle precedenti.

Capirai facilmente che si tratta delle strip led più vendute e preferibili per molti utilizzi, sia decorativi ma soprattutto per illuminare.

Possiamo definirle le strisce led più versatili!

Se invece ti trovi davanti a strisce led SMD 5630, hai trovato quelle più potenti al momento. Hanno un mono chip e sono luminose due volte rispetto alle SMD 5050.

Non è difficile intuire che il loro costo è superiore rispetto alle precedenti ma questo è lo scotto da pagare se vuoi fare non solo molta più luce ma desideri poterla gestire magari dimmerandone l’intensità.

Queste sono le strisce led per illuminare in modo significativo!

Guardiamo insieme una tabella riassuintiva dei vari chip SMD LED:

Tipologia Lunghezza (mm) Larghezza (mm) Flusso luminoso (lm) Consumo (W)
SMD LED 2835 2.8 3.5 22-24 0.2
SMD LED 3014 3.0 1.4; 10-12 0.1
SMD LED 3020 3.0 2.0 10-12 0.12
SMD LED 3030 3.0 3.0 61-85 0.63
SMD LED 3528 3.5 2.8 6-7 0.062
SMD LED 5050 5.0 5.0 16-22 0.24
SMD LED 5630 5.6 5.0 54-56 0.5
SMD LED 5730 5.7 3.0 54-56 0.5

Quanti led metro posso trovare in una striscia led?

Attualmente sul mercato puoi trovare strisce led da 30, 60, 120, 204, 240 ed ognuno di questi rapporti ti offre un risultato luminoso diverso.

Immagina di dovere illuminare una piccola nicchia oppure un ripiano in un armadio. In questo caso ti sarà sufficiente anche una strip led con 30 led metro. Se invece vuoi inserire la tua striscia led in una gola nel cartongesso non scendere mai sotto i 120 led metro o altrimenti vedrai sul muro quel fastidiosissimo effetto puntinato.

Le strip con un rapporto di led superiore puoi usarle solo in casi specifici dove la quantità della luce o la distanze verticale che il flusso deve coprire è veramente considerevole.

Qualità e durata dei led non è per nulla scontata

Molti pensano che tutti i led durino indifferentemente 50.000 ore solo perchè fanno parte della famiglia. Non è cosi!

Oggi sul mercato, come per molti altri settori tecnologici, esistono prodotti di qualità e prodotti in cui il prezzo è ancora l’unico pregio effettivo. Se non sei fra coloro che comprano solo spinti dalla convenienza ma cercano sempre il compromesso migliore, ricorda che oggi esistono sul mercato prodotti che durano anche molto meno delle fantomatiche 50.000 ore.

Immagina che possiamo trovare anche strisce led con una durata stimata inferiore alle 10.000 ore. Ne vale la pena? Io direi che è un controsenso, anche per il fatto che chi sceglie i led lo fa per la loro durata enorme che permette di ammortizzare i costi iniziali.

Serve sempre installare le strisce led su un profilo di alluminio?

In questo articolo abbiamo parlato di caratteristiche, diversi tipi di chip led e colore della luce. Ti ho parlato anche di grado di protezione IP e rapporto di led metro. Spero tu abbia compreso che non esiste, se non per casi sporadici, una striscia migliore dell’altra solo per uno di questi fattori.

Ti ho aiutato a ragionare che in base alle tue esigenze di installazione, obiettivi e risultati, potrai scegliere diversi tipi di striscia led. Questo è ciò che deve aiutarti a scegliere.

Resta il fatto che esistono strisce di qualità e strisce di pessima qualità. Affidati sempre ad un esperto che saprà consigliarti al riguardo!

Non voglio però trascurare un errore comune quando si parla di installazione di una striscia led. Molti applicano la propria strip led direttamente sulla superficie da cui vogliono illuminare. Perchè è sbagliato?

Installare o applicare una striscia led su una superficie che non permetta una corretta dissipazione del calore e una stabile aderenza sulla superficie stessa, influenzerà la durata e l’efficienza stessa della strip led.

Per questo ti consiglio di usare sempre un profilo di illuminio, materiale ideale per dissipare bene il calore e permettere una corretta aderenza dell’adesivo posto nella parte posteriore della striscia led.

Oggi puoi trovare profili in alluminio sia piatti, per essere incassati, calpestabili o anche angolari. Se lo desideri hai ancora la possibilità di applicargli un diffusore opale o satinato per una migliore diffusione della luce.

Buona illuminazione!