Il rapido sviluppo tecnologico ci trascina verso nuove frontiere per il mondo dell’illuminazione. La tecnologia O-LED potrebbe essere una di queste? Sicuramente il nostro è un momento epocale nel quale la ricerca della sorgente ideale è sicuramente uno dei concept di primo piano del light design mondiale. Un atteggiamento più sensibile nei confronti degli sprechi energetici e delle risorse di cui disponiamo ci porta verso nuovi orizzonti tecnologici.

Cosa ci riserva pertanto il futuro in campo di illuminazione? Sicuramente le aziende leader in questo settore sembrano orientarsi verso la luce elettronica, ovvero fotoni che vengono rilasciati dal passaggio di corrente all’interno di un semiconduttore. Ovviamente sembra la tecnologia a LED e O-LED (e derivati) ad imporsi nel nostro prossimo futuro.

La tecnologia a Led grazie ad dimensioni sempre più ridorre, verranno impiegati sempre più in applicazioni tecniche come per esempio l’illuminazione stradale, la tecnologia O-LED invece si possono immagine come prima applicazione in ambito privato e decorativo, dove la capacità di emettere luce intensa ed omogenea sono necessari in ambiente domestico per esempio.

Oggi dunque le più grandi aziende di settore come Philips si presentano con elementi rigidi base oled, personalizzabili in molte forme e dimensioni, cosi come fatto in zona Tortona. Dietro questo sviluppo tecnologico, Philips in partnership con Osram e molti altri del progetto OLED100 e OLLA, si proiettano verso la progettazione illuminotecnica di impianti con tecnologia O-LED.

Va detto che le potenzialità tecnologiche dei sistemi O-LED è di molto superiore alla semplice applicazione in campo di illuminazione, grazie a caratteristiche uniche siamo di fronte al futuro delle applicazioni multimediali in genere, come riproduzione di immagini dinamiche con elevati contrasti e fedeltà dei colori, bassi assorbimento ed elevati angoli di visione.

oLed lampada da tavolo

OLed – luce al servizio della materia

Salva

Salva

Salva