CHI SONO
Ciao, mi chiamo Andrea e sono un appassionato di tecnologia da moltissimo tempo. Ho creato Idealight nel 2005 per condividere la mia passione e ciò che ho imparato negli anni. Mi piace fare recensioni di prodotti tecnologici. Sono appassionato di prodotti smart ma il mio cuore batte per la…
ULTIMA GUIDA TECH
  • Unscreen rimuove il background dalle tue immagini

    Crea la tua GIF animata online in modo gratuito

Ecco come illuminare una palestra senza commettere errori

Illuminare una palestra senza commettere errori è importante quanto la qualità dei suoi interni e la cura degli spazi igienici e l’attrezzatura?
illuminazione-palestra

Sei un appassionato di fitness? Ti piace frequentare le palestre? Sia che tu sia proprietario o semplicemente un iscritto alla palestra locale, troverai utile questo articolo che prende in esame il modo in cui si dovrebbe illuminare una palestra.

Spesso si pensa che non sia l’elemento più importante da tenere in considerazione quando si costrurisci o si decide di ristrutturare ma noterete che è un errore comune da evitare assolutamente.

La prima cosa a cui si da importanza sono gli attrezzi, i servizi e poi in ultima analisi l’iluminazione dei vari ambienti. Essendo un ex body builder, ci tengo a condividere con voi un aspetto importantissimo legato all’iIlluminazione di una palestra. Allenarsi con l’illuminazione sbagliata è controproducente anche dal punto di vista del business.

Come si fa ad illuminare in modo corretto una palestra? Perchè è cosi importante e quali obiettivi ci si deve prefiggere quando si realizza un impianto di illuminazione per le aree in cui si eseguono gli eserci, sia a corpo libero che con le macchine.

Come si deve illuminare correttamente una palestra?

Inizialmente si deve ragione considerando che spesso in una palestra sono presenti molti specchi e quindi la possibilità che le luci creino riflessi fastidiosi è molto alto. Tenere in considerazione questo serve soprattutto nella scelta dei corpi illuminanti che utilizzerete nella palestra. Sarebbe sciocco usare elementi luminosi a luce diffusa. Perchè? Luci di questo tipo sparano luce senza protezione e quindi è molto facile che infastidiscono gli atleti.

Alcuni tentano di ovviare usando soluzioni luminose nascoste ma questo trascura la quantità di luce che comunque si dovrebbe garantire quando si illumina un ambiente come la palestra. Non stiamo parlando di un centro olistico o una stanza di meditazione ma un’area in cui si deve vedere ciò che si fa e pure bene.

Riepilogando quindi è importante considerare la presenza di specchi ed evitare luci diffuse soprattutto nelle zone attrezzi e dove appunto si tende a svolgere movimenti e ci si vuole specchiare.

Ecco gli obiettivi principali da raggiungere

Ci sono tantissimi esercizi che si eseguono sdraiati a terra o distesi su una panca. Questo significa che il punto di osservazione spesso è con lo sguardo rivolto verso l’alto. Perchè è importante tenere in considerazione questo aspetto? Impiegare luci che non siano schermate o abbiano un livello di abbagliamento controllato vi costringeranno ad svolgere quegli esercizi alla cieca.

Esistono sul mercato sorgenti luminose dotate di schermature o una tecnologia pensata appositamente per minimizzare l’abbagliamento generabile. In questo modo sarà molto più confortevole eseguire gli esercizi ed eviterà disagi agli atleti.

Un ultimo obiettivo che ti consiglio di seguire è quello di non illuminare tutto in maniera uguale. Perchè? Sembra un controsenso ma non lo è ciò che sto per dirti. L’equilibrio fra luce ed ombra è fondamentale in una palestra. Se volete che i risultati ottenuti dai vostri iscritti si esaltino è importante giocare sulla luce e sulle ombre.

Esattamente come uno scultore, gli effetti di chiaroscuro sono fondamentali e spesso valgono più di attrezzature super tecnologiche. Cerca di concentrare la luce principalmente dall’alto verso il basso e non indiretta. Se puoi, realizza un sistema di illuminazione che concentri la massima luminosità nelle zone attrezzi e meno su receptions o zone comuni.

Quale tecnologia usare per illuminare una palestra?

Cosa te lo dico a fare? Se stai pensando al nuovo impianto di illuminazione per la tua palestra opta senza indugi sui led. Sono più sicuri, consumano meno, fanno un sacco di luce e soprattutto esistono con una tecnologia antiabbagliamento davvero molto comoda.

Lascia stare giochini colorati o effetti troppo dinamici. Tieni in considerazione che i tuoi iscritti vogliono vedersi bene, allenarsi senza fastidi, sia che siano da soli in palestra che si ritrovino in 100. Mi capita spesso di frequentare palestra nelle quali, a causa degli alti costi di consumi, la palestra è sempre illuminata a metà se non affollata o quasi spenta se in sala ci sono due atleti soltanto.

Ovviamente si può gestire la luce ed in alcuni casi è consigliabile. Tieni presente però che non deve essere una scelta dovuta ad una cattiva progettazione della luce iniziale ma una personalizzazione del tuo impianto pensata e programmata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo Precedente
Visualizzazione del timer all'interno di Zoom

Aggiungere un timer ad una riunione Zoom

Articolo Successivo
Esempio di illuminazione su una scala a giorno moderna

I miei trucchi per illuminare le scale interne

Articoli Collegati
Total
0
Condiviso