AUTORE
Andrea Meini è un blogger professionista appassionato di informatica. Lavora da molto tempo nel mondo dell'illuminotecnica e della tecnologia. Collabora con diversi brand del mondo tech ed il fondatore di Idealight.it, uno dei blog più noti in Italia per la condivisione di guide e recensioni…
ULTIMA GUIDA TECH
  • Guida TikTok Now

    Cos’è TikTok Now e come funziona

Meglio realizzare rendering illuminotecnici o fotorealistici?

Sia che tu lavori da anni nell’illuminazione o che lo faccia da poco, ti sarai chiesto se sia meglio l’utilizzo di un modellatore 3D o un software di illuminotecnica per le tue simulazioni.
Simulazione illuminotecnica di un ufficio con Relux

Se stai pensando di gettarti nel mondo della progettazione illuminotecnica ti sarai posto questa domanda almeno una volta. Le simulazioni dei modellatori 3D hanno raggiunto risultati fotorealistici al limite della perfezione. Gli ambienti sembrano davvero reali e spesso si ha perfino la possibilità di entrare al loro interno per visitarli.

Bisogna essere onesti ed ammettere che le simulazione illuminotecniche sono invece ancora ad un risultato fotorealistico molto meno dettagliato. Se volessi presentare un progetto illuminotecnico, soprattutto nel settore privato, che cosa sarebbe meglio utilizzare? Dovrei affidarmi ad un software pensato appositamente per l’illuminazione oppure puntare all’effetto più simile alla realtà?

In questo articolo vorrei cercare di trovare la risposta senza farne una questione di settore ma di evidenze tecniche. Mi piacerebbe aiutarti a comprendere che l’obiettivo della tua simulazione è l’unica rotta verso la quale dirigere il tuo lavoro.

Dovrei usare Relux, Dialux oppure 3ds o simili?

Credo sia doveroso dire che recentemente mi è capitato di leggere di professionisti che hanno presentato come loro lavoro di esame di illuminotecnica, simulazioni realizzate con software specifici come Relux. Perchè?

Perchè questi software nascono con il preciso obiettivo di produrre una simulazione che si basi sulle effettive caratteristiche delle curve fotometriche di specifici apparecchi poi installati nel progetto vero e proprio. Cosa significa questo? Significa che anche se meno precisi dal punto di vista della fotosimulazione, offriranno un risultato in termini di luce più fedele a ciò che accadrà nella realtà.

Simulazione illuminotecnica con Relux di un bagno
Relux: esempio di una simulazione illuminotecnica di un bagno.

Questo è il dato importante. Quando si realizza un progetto illuminotecnico è essenziale ricordarsi che il suo obiettivo non sarà quello di fornire un quadro bello da vedere e magari pubblicare su una rivista di design ma permettere all’utente finale di comprendere il comportamento di quella specifica luce, di quel particolare sistema di illuminazione, avrà in quel determinato ambiente.

Credo sia evidente che software come 3ds, Rhino o simili, si concentrino più sui dettagli fotografici dell’ambiente simulato e poco su come le varie luci usate interagiranno con lo spazio su cui state progettando.

Qui sta il dilemma da sciogliere. Quando si progetta la luce si deve puntare al risultato illuminotecnico e non puramente visivo. Pur essendo comunque simulatori, il progettista illuminotecnico saprà interpretare i risultati ottenuti su Relux o Dialux in modo più completo ed esaustivo.

Cosa puoi fare con i Relux e Dialux e cosa con 3ds?

Alcuni obiettano che con modellatori simili a 3ds si possa simulare il comportamento dei materiali presenti in una scena, riflettenti, trasparenti o in movimento, migliore rispetto a quanto si possa ottenere con un rendering realizzato con Relux o Dialux.

Forse qualche tempo fa la distanza era davvero abissale. Oggi però non è più cosi! I software di simulazione illuminotecnica come Relux e Dialux, permettono di simulare in maniera ottimale non solo effetti visivi su tessuti, pietre, vetri o acqua. Quello che riescono a fare è perfino farti vedere come si compoterà la luce proprio in quei casi nei quali verrà in contatto con loro.

Simulazione cucina con Relux
Relux: esempio di simulazione illuminotecnica di una cucina.

Significa che il risultato fotorealistico è identico? Assolutamente no! Come ho detto sopra, i software di calcolo illuminotecnico non hanno questo obiettivo ma permettono di dare nelle mani del lighting designer un risultato in grado di spiegare e descrivere come quelle luci scelte interagiranno in quella determinata stanza.

Oggi si può perfino creare piccoli video animati con i quali l’utente, in prima persona, si può muovere nello spazio che lo circonda ottenuto con il rendering e visitare i suoi ambienti come si fossero già stati realizzati.

Archivi fotometrici sempre più grandi e importazione di files 3ds

Gli stessi programmatori di Relux e Dialux si sono resi conto che, soprattutto nel mondo della progettazione architettonica, l’occhio vuole la sua parte. Per questa ragione i software di calcolo illuminotecnico oggi hanno non solo archivi fotometrici sempre più grandi ma anche la possibilità di importare files 3ds di oggetti già preparati.

Cosa significa questo? Per prima cosa che potrete inserire nel vostro progetto illuminotecnico quasi qualsiasi lampada, faretto, lampadina o strip led che vi venga in mente. Indipendentemente dalla temperatura di colore, dalla potenza o lunghezza, si possono davvero ottenere calcoli sempre più vicini a quando messo su carta.

Simulazione campo da tennis con Relux
Relux: esempio di una simulazione illuminotecnica di un campo da tennis.

Se si vuole anche arricchire la scena da simulare, si possono anche importare file con estensione 3ds già pronti, che renderanno la scena ancora più fedele alla realtà. Purtroppo però, soluzioni di questo genere allungano i tempi di rendering in modo biblico. Perchè?

Questo accade perchè i software di calcolo come Relux e Dialux, si preoccupano di effettuare calcoli di riflessione e rifrazione su qualsiasi oggetto anche nel caso si tratti di un semplice pouf. Cosa significa per te che vuoi progettare la luce? Munisciti di un computer con una grande potenza di calcolo per non rischiare di dovere attendere ore su ore per definire un calcolo ed il seguente rendering.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo Precedente
Caricabatterie magnetico per iWatch di Newdery

Caricabatterie USB portatile per Apple Watch super utile

Articolo Successivo
Cucina illuminata con strip led a soffitto

Perchè dovrei acquistare una strip led

Articoli Collegati
Total
0
Condiviso
Scrivimi
Posso aiutarti?
Ciao 👋
Sono contento che hai visitato il mio blog. Posso aiutarti in qualche modo?