Recensione App Philips Hue Gen 3

App Philips Hue Gen 3

In questa mia recensione ho testato la nuova applicazione ufficiale Philips Hue. Nuove funzioni ed una grafica davvero ben fatta.

Design

95% Complete

Funzionalità

95% Complete

Usabilità

85% Complete

Configurazione

90% Complete

Implementazione

85% Complete

Molto Buono!

Indispensabile

Philips Hue Gen 3 è l’ultima versione dell’App ufficiale per controllare e gestire le lampadine Hue. Il design è nuovo e ben organizzato, le funzioni sono davvero tante e mai banali, l’usabilità è vicina dalla perfezione. Unico neo è l’abbinamento di più sorgenti contemporaneamente che a volte fa i capricci.

PRO
  • Grafica
  • Funzioni
  • Installazione
CONTRO
  • Niente di rilevante

Sono diversi anni che utilizzo i prodotti Philips Hue e proprio per questa ragione ci tengo a recensire anche questa nuova versione dell’applicazione ufficiale che nasce proprio per controllare e gestire le lampade e le lampadine Hue.

Si tratta della terza generazione per questa applicazione che negli anni ha mostrato la volontà dell’azienda Philips, oggi Signify, di tenersi sempre in continuo aggiornamento non solo su quelle che sono le funzioni più innovative che un’App del genere deve avere ma soprattutto risolvendo quei bugs che normalmente ci si trova ad affrontare in questo settore.

Il livello raggiunto da questa applicazione è davvero alto e mai nessuna come questa applicazione oggi rappresenta che cosa significa creare uno strumento facile da usare e dalle mille risorse.

Interfaccia grafica

La prima cosa che salta all’occhi su questa applicazione è senza nessun dubbio la facilità con cui, anche i meno esperti, siano in grado dopo pochi istanti di comprendere come utlizzare tutte le varie funzioni a disposizione.

A partire dalla configurazione iniziale, alla creazione di stanze e scene personalizzate, per arrivare alla gestione ed il controllo di ogni singola lampada tutto è davvero molto semplice ed intuitivo. Come se già non bastasse questo, l’App Philips Hue gen 3 è davvero bella da vedere.

La grafica dell’interfaccia è rigorosamente di colore scuro e con colori ben visibili in qualsiasi condizione. Si parte dalla sezione ‘Casa’, nella quale puoi creare una nuova scena nella quale potrai associare tutte le lampade che vuoi si accendano in quel specifico spazio. All’interno della scena creata potrai decidere se attivare una delle tante scene memorizzate di default oppure sbizzarrirti con uno dei milioni di colore a disposizione.

Usabilità dell’App

Cosa davvero fantastica è che puoi personalizzare la luce di ogni singola sorgente presente nella stanza che hai creato e non dovere per forza di cose usare una personalizzazione per ogni gruppo di lampade Philips Hue.

Nella sezione ‘Attività’ potrai, invece, scegliere fra una serie di attività o programmi che ti permetteranno di accendere o spegnere le luci ad un orario predefinito. Potrai insomma personalizzare le varie funzioni che il tuo ritmo di attività giornaliere.

La sezione ‘Esplora’ è dediata all’integrazione con applicazioni di terze parti per l’arricchimento delle funzioni che ha già l’App ufficiale. Un esempio veramente indispensabile è l’applicazione iLightShow con la quale puoi sincronizzare le tue lampade Hue con la tua musica preferita su Spotify.

L’ultima sezione ‘Impostazioni’ è naturalmente l’area nella quale gestire la configurazione del tuo impianto Hue dal Bridge, all’aggiunta di luci Hue, per arrivare ai vari accessori. Tutto in pochi click è aggiunto, sincronizzato con il Bridge e funzionale. Questo vuol dire un’app dall’utilizzo a portata di click!

Giudizio finale

Il mio giudizio su questa applicazione non può che non essere positivo. Mi piace la grafica, le funzioni e soprattutto le potenzialità che offre ad ogni lampada Hue che avrai deciso di acquistare.

L’unica cosa che non mi è mai piaciuta di questo sistema è l’uscita repentina del nuovo Bridge senza avvisare chi invece si è ritrovato ad acquistare una versione vecchia e molto lenta. Si tratta di una caduta di stile da parte di Philips Hue che poteva intervenire in modo molto più professionale.

Se avesse offerto a tutti i possessori del vecchio Bridge, come me, la possibilità di sostituire gratuitamente avrebbe davvero distanziato tutta la concorrenza offrendo un sistema Smart di illuminazione user friendly con un’App fantastica!
Chi lo sa se non mi smentiranno? Non credo ma spero.

Nessun Commento

Lascia una Risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ultimi Tweets

    Resta in contatto con i nostri tweets