Uno smartwatch per il fitness essenziale e dal prezzo aggressivo. Perfetto per l'indoor un pò meno per l'outdoor.

Semplicità, questa è la parola d’ordine di questo fitness tracker della Latec. Il design è abbastanza tradizionale, la scocca infatti è di forma rettangolare ed ha una sorta di sovrascocca che lo avvolge rendendolo piano sul polso. Se mi seguite, sapete bene che amo provare questi orologi nati per il fitness e non potevo non provare anche questo dal prezzo cosi aggressivo.

In questa mia recensione ti mostrerò tutte le sue funzioni e soprattutto che cosa mi ha convinto e cosa invece mi ha lasciato perplesso. Vedremo insieme anche come fare per collegarlo al tuo smartphone e sincronizzarlo per bene. Questa è la mia recensione!

Tutte le funzioni del Fitness Tracker della Latec

Come la maggior parte dei fitness tracker questo smartwatch delal Latec è dotato della funzione cardiofrequenzimetro, monitor del sonno, funzione chiamata, promemoria sedentario, cronometro e controllo telecamera da remoto. Sei ci pensate bene sono esattamente le funzioni base di qualsiasi fitness tracker di settore e questo gioca senza dubbio a suo favore.

Se sei amante del fitness tieni presente che su questo fitness tracker si possono scegliere fino a 14 modalità sport differenti che però possono essere attivate solo 3 alla volta sulla versione dell’applicazione ufficiale di controllo VeryFitPro. Poco male se si pensa che più di 3 attività settimanali sono ad appannaggio solo di super atleti.

Scarica VeryFitPro qui:

Mi spiace però un sacco che pur essendo impermeabile con un grado di protezione IP68, l’unica attività fitness mancante da tenere sotto controllo è proprio il nuoto. Sarà mai possibile una svista di questo genere?

Materiali ed indossabilità del fitness tracker di Latec

La struttura è realizzata in materiale termoplastico che risulta un poco rigida sul polso ed il braccialetto di gomma molto dura lo rendono fra i più scomodi usati fino ad oggi. Una volta indossato si sente la sua presenza con poco e per uno smartwatch da usare soprattutto in palestra è un difetto non da poco.

Il cinturino si aggancia con un sistema tradizionale ed una fascetta fissa la parte eccedente sul polso per non creare impiccio. In generale non è male ma devo dire che la parte di indossabilità è uno dei lati oscuri di questo fitness tracker. Direi che potevano fare molto meglio quelli della Latec.

 

Prestazioni e autonomia sul fitness tracker di Latec

Una volta che vi arriva il fitness tracker dovreste ricaricarlo (le istruzioni dicono di farlo) ma io l’ho già trovato con l’80% di autonomia. Devo dire che è da qualche giorno che lo uso e l’autonomia è davvero buona. Sono quasi al 20% dopo circa 6 giorni di utilizzo e questo mi fa pensare che con tutte le funzioni attivi si possa arrivare bene anche a 10 giorni di utilizzo.

Un altro problema riscontrato su questo fitness tracker della Latec è l’imprecisione del rilevatore di frequenza cardiaca e la scarsa luminosità del display. Dall’applicazione potrete settare fino a 5 livelli di lumionsità ma anche al più alto il display risulta sempre un pò troppo scuro per i miei gusti.

Il mio giudizio finale sullo smartwatch di Latec

Senza dubbio si tratta di un fitness tracker molto economico e questo permette di avvicinarsi a questo tipo di prodotti ad una fetta di mercato sempre più vasta. Sotto i €30 si fa fatica a trovare prodotti di livello e pur avendo qualche difettuccio, questo della Latec si piazza fra i più completi ed aggressivi commercialmente parlando.

Mi sono piaciute le tante funzioni di base che lo rendono perfetto per l’allenamento in palestra ma non per l’allenamento outdoor. La scarsa luminosità, l’assenza della funzione nuoto e la scomodità lo rendono poco adatto per correre all’aperto e pensare di tenere sotto controllo le nostre funzioni. Se lo consiglierei? Solo se devi spendere poco e vuoi iniziare a sperimentare la praticità di un compagno di allenamento al polso.

Galleria fotografica